Guardea avamposto di guardia sulla Valle del Tevere

di ItalianTravellers
0 commento

La particolarità del nome è dovuta con pochi dubbi alla singolare morfologia del territorio, che costituiva un posto di guardia efficiente, svettando – soprattutto dall’antica sede collinare del paese, oggi detta “Guardea vecchia” – sulla valle teverina. Il nome “Guardea” potrebbe derivare dal tedesco wald (bosco) o dal francese garde (luogo di sorveglianza).

Guardea Italian Travellers
Guardea Italian Travellers

Il paese attualmente si trova ai piedi di due colli: Guardea Vecchia e il Poggio, ove sorge il castello medievale.

Guardea Italian Travellers
Guardea Italian Travellers

Nel comune si trova anche parte della valle dei calanchi, che si estendono fino alla tuscia viterbese nel comune di Bagnoregio.

Guardea Italian Travellers
Guardea Italian Travellers

Nel territorio di Madonna del Porto (comune di Guardea) si trova l’entrata dell’Oasi naturalistica Lago di Alviano nonché gran parte del lago stesso, che si estende anche ai comuni di Alviano, e Civitella d’Agliano.

Guardea Vecchia

Guardea Italian Travellers
Guardea Italian Travellers

Dell’antico castello di Guardege (Guardea Vecchia) rimangono solo pochi resti visibili sulla collina che sovrasta l’attuale abitato.

Guardea Italian Travellers
Guardea Italian Travellers

Risalente al IX sec. e situato ad una quota di 572 m s.l.m., si estende su una superficie di circa 8000 m² con un perimetro murario conservato nell’alzato per circa 1/3. 

Guardea Italian Travellers
Guardea Italian Travellers

Castello del Poggio

Castello fondato come feudo imperiale nel 1034 su una preesistente torre bizantina del VII sec. Edificato dai Normanni, ha subito un importante restauro da Antonio da Sangallo il Giovane nel Cinquecento.

Guardea Italian Travellers
Guardea Italian Travellers

Si tratta di uno dei castelli più antichi d’Italia. Nel XII secolo fu parte dello “Status Alviani” feudo della Chiesa, divenendo avamposto chiave grazie alla sua difesa verso i monti di Todi. Il possesso del castello fu alternato fra Todi, Orvieto e la Camera Apostolica. Fra i personaggi che conquistarono il castello, si conta: Federico II di Svevia detto il Barbarossa, Carlo V d’Asburgo, Cesare Borgia che lo regalò a sua sorella Lucrezia, Filippo di Savoia-Nemours e per ultima la principessa Olimpia Maidalchini Doria Pamphili.

Guardea Italian Travellers
Guardea Italian Travellers

Nel corso dell’800, la proprietaria del castello su Lina Farini che sposò il comico statunitense Jimmy Savo. Il luogo divenne così un Art Center, ospitando anche il nobel per la letteratura John Steinbeck. Nel 1981, dopo decenni di abbandono, fu acquistato e restaurato da privati. Per l’importanza storica e culturale, il Ministero dei Beni Culturali ha concesso al Castello il vincolo di Monumento Nazionale.

Guardea Italian Travellers
Guardea Italian Travellers

Il Castello è segnalato fra le 24 dimore storiche dell’Umbria da salvare con intervento internazionale. Attualmente è anche sede del club di Budapest e della sede territoriale di Legambiente. Pur essendo privato, si può visitare gratuitamente contattando il Comune di Guardea.

Guardea Italian Travellers
Guardea Italian Travellers

Il Castello è segnalato fra le 24 dimore storiche dell’Umbria da salvare con intervento internazionale. Attualmente è anche sede del club di Budapest e della sede territoriale di Legambiente. Pur essendo privato, si può visitare gratuitamente contattando il Comune di Guardea.

La Piazza del Comune e gli edifici principali

Guardea Italian Travellers
Guardea Italian Travellers

Molto carina la piazza principale del paese con l’edificio del comune porticato.

Guardea Italian Travellers
Guardea Italian Travellers

I palazzi del centro cittadino sono in tipico stile umbro con le facciate con pietra a vista di colore chiaro.

Guardea Italian Travellers
Guardea Italian Travellers

Chiesa dei Santi Pietro e Cesareo

Guardea Italian Travellers
Guardea Italian Travellers

Anche la chiesa principale del paese ha la pietra a vista, questa parrocchia, edificata nei primi decenni del 1700 sul luogo, allora denominato Piano Antico, dove sorgeva un’antica chiesa rurale dedicata a S. Cecilia.

Guardea Italian Travellers
Guardea Italian Travellers

Arco della Coscienza Planetaria

Opera contemporanea realizzata in travertino con pietre provenienti da ogni parte del mondo, come invito all’armonia universale.

Guardea Italian Travellers
Guardea Italian Travellers

Cliccando qui sotto, la nostra esperienza alla famosa Sagra di Guardea!

Potrebbe anche piacerti

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi disattivarlo se lo desideri. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy