Fabrica di Roma, regina indiscussa delle Sagre della Tuscia

di ItalianTravellers
0 commento
Sagra della Pecora Fabrica di Roma

Sagra della Pecora Fabrica di Roma

La festa vuole valorizzare la tipicità enogastronomica territoriale che, a differenza delle altre sagre, offre un ristorante a cielo aperto con intero menu servito a tavola da dei bravissimi ragazzi del luogo.

La cena, per chi vuole, può essere accompagnata da vini di produzione locale della Tuscia viterbese!

Sagra della Pecora Fabrica di Roma

Sagra della Pecora Fabrica di Roma

Sul piatto, tantissime proposte, tra cui la porchetta di pecora e una proposta à la carte per celiaci, con speciali gnocchi al castrato, spezzatino di pecora e contorno.

Sagra della Pecora Fabrica di Roma

Sagra della Pecora Fabrica di Roma

Oltre ai famosi gnocchi, abbiamo voluto provare anche salsicce di pecora, molto buone e particolari e il prelibato piatto della Pecora alla callara, ricetta segreta locale che conta un mix di 20 odori e che prevede una cottura di tantissime ore.

Sagra della Pecora Fabrica di Roma

Sagra della Pecora Fabrica di Roma

Sul palco allestito per intrattenere i partecipanti performance musicali con repertori che spaziano dagli anni 70 al funky e pop: tra gli ospiti anche Gianni Drudi il cui tormentone del 2010 “Prendi la pecora” è diventato un vero e proprio hit!

Sagra della Pecora Fabrica di Roma

Sagra della Pecora Fabrica di Roma

La serata a cui abbiamo partecipato noi ha visto protagonisti i RaggiGamma con il loro repertorio di canzoni dei cartoni giapponesi!

 

Potrebbe anche piacerti

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi disattivarlo se lo desideri. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy