Nikkei Burajiru jin la fusione nippo-brasiliana a Roma

di ItalianTravellers
0 commento

Sapete cosa è la cucina Nikkei Burajiru jin?

Neanche noi lo sapevamo, ma è semplicemente fusione tra la cucina giapponese e quella brasiliana!

Il Brasile è d’altronde una delle culle della globalizzazione del secolo scorso, essendo stato destinazione per milioni di emigranti da tutto il mondo.

Ricca di storia, la cucina Nikkei Burajiru jin, si è sviluppata principalmente a San Paolo del Brasile durante tutto il ‘900 nel quartiere di Libertade, dove risiede la comunità nipponica più grande al di fuori del Giappone. La storia parla di un primo battello, il Kasato Maru, sbarcato dal Giappone nel porto della capitale economica del Brasile nel 1907. Inizialmente i giapponesi immigrati erano essenzialmente agricoltori che andarono ad aiutare nelle piantagioni di caffè. La cucina brasiliana presentava alcune similitudini rispetto a quella giapponese, nell’utilizzo di riso e fagioli, nonostante fossero di varietà e consistenze totalmente differenti da quelle da loro usate, ma anche ingredienti sconosciuti.

La prima tecnica che i giapponesi introdussero fu la conservazione e fermentazione dei cibi, inesistente all’epoca in Brasile, e utilizzata su frutti e verdure. I giapponesi, in seguito, cominciarono ad adottare cassava e farina di manioca nella loro alimentazione solo quando i prezzi del riso salirono. Al tempo stesso furono introdotte verdure e coltivazioni inesistenti prima dell’insediamento nipponico in Giappone. La cucina di casa era diversa da quella dei ristoranti di Libertade, in cui erano più diffusi i sushi bar, per il formato di ristorazione rapida e di semplice preparazione.

All’epoca doveva essere un bello shock culturale trovare in piena San Paolo un ristorante che fondamentalmente serviva riso tiepido e pesce crudo. Eppure la cucina Nikkei Burajiru jin ha saputo creare una propria identità, forte e capace di influenzare la cucina giapponese stessa.

A Roma dove possiamo mangiare questa cucina così particolare? OiSushi!

Il locale rispecchia esteticamente proprio questo connubio tra cucina giapponese e brasiliana: ci si trova immersi in una foresta tropicale, con palme e piante rampicanti che scendono dalle pareti!

La cucina è a vista, quindi si possono guardare gli chef mentre preparano le pietanze.

Seduti al tavolo abbiamo deciso di gustare un vino locale.

Vino Bianco Cincinnato Castore Lazio IGT

Entree

Molto particolare e sfiziosa per iniziare la cena!

Antipasti

Leggeri e dai sapori particolari in un esplosione di gusto perfettamente combinata.

Delirio Tropical: carpaccio di capasanta, rughetta, scorza e succo d’arancia, passion fruit, sansho, sale Maldon, olio evo

Vida Boa: tonno semicrudo, lardo di Colonnata, crema al tartufo bianco, cipollina, sale Maldon

Tra i due provati ho trovato la Vida Boa una cosa unica e da provare assolutamente!

Tartare

Le tartare molto raffinate sia nella presentazione che nel gusto.

Lambada: salmone, avocado, chicharones, capperi, cipolla fritta, bottarga, sale Maldon, olio evo, limone

Graciosa: tonno, anacardi, basilico, olive taggiasche, sale Maldon, olio al wasabi

Rolls

Sapucai: salmone, mela verde, arancia, salsa teriyaki, maionese piccante

Xique-xique: spigola, avocado, olive taggiasche, cipolla fritta, bottarga, salsa di soia

Mangueira: salmone marinato al limone, mango, chutney di mango

Cavaquinho: salmone laccato alla teriyaki, scottato, pelle di salmone, croccante, maionese giapponese, lime

Dessert

Maravilha: cheese cake classica Newyorkese con copertura di doce de leite e noce pican

Una cucina da provare assolutamente una volta nella vita!


OiSushi

Corso Vittorio Emanuele II, 143

00186 Roma RM

http://oisushi.it/

Potrebbe anche piacerti

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi disattivarlo se lo desideri. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy